Home > Stagione 2017-2018 > Torino Musica 2014 - 2015 > Rassegna Musica da Camera

Opera L'Altro Verdi - Romanticismo e Post Romanticismo

Share |
Prezzo: 10,00 € invece di €15.00

Rigoletto, Il Trovatore, La Traviata

Soprano: Eugenia Braynova
Tenore: Cristian Di Gregorio
Baritono: Walter Bertello
Basso: Gabriele Bolletta
Direzione Musicale: M° Alberto Alassio

SEDE EVENTO

TEATRO AGNELLI - Via Paolo Sarpi, 111 - TORINO

Venerdì 12 Aprile - Orario: 21:00

Uomini da €20 a €15 - Donne da €15 a €10

N.B. Per questa serata non sono disponibili biglietti a tariffa ridotta 

Per informazioni e prenotazioni compilare il form oppure telefonare ai nr. 366 12907296 - 339 2739888


L'altro Verdi

Non è possibile racchiudere in poche frasi e, tanto meno, in un unico concerto, l' “Opera Omnia” di Giuseppe Verdi, stante la fertile creatività del Compositore la cui produzione annovera decine di indimenticabili capolavori.

Abbiamo cercato, con il Trittico popolare verdiano, di enucleare la pietra miliare della trasformazione stilistica e contenutistica intervenuta nella vis verdiana, trattandosi di Opere che, pur tra di loro differenti, evidenziano numerosi punti di contatto l'una con l'altra.

Dallo studio degli altri melodrammi assistiamo ad una complessa molteplicità di tematiche e di epoche. E se è pur vero che l'approccio di Verdi alle vicende sceniche diviene progressivamente più intimistico ed introspettivo, occorre individuare come la progressiva maturazione del Maestro e il complesso quadro storico del diciannovesimo secolo, con le sue profonde trasformazioni politiche, abbiano consolidato l'immagine, probabilmente solo strumentale, di un Verdi direttamente impegnato nel percorso rinascimentale d'Italia.

Si tratta di tesi difficilmente condivisibile: Giuseppe Verdi osserva con la dovuta attenzione le vicende dell'epoca, direttamente o metaforicamente ma, nella sua evoluzione di stile e contenuti, non resterà mai avulso dalla psicologia e dai sentimenti dei protagonisti destinati, nella lotta contro le avversità della sorte, ad un epilogo ineluttabilmente tragico.

Tra gli “altri” Capolavori verdiani vogliamo ricordare:

  • Aida
  • La forza del destino
  • Nabucco
  • Un ballo in maschera
  • Otello
  • Falstaff (unico lavoro di genere “brillante”)
  • Don Carlo
  • Ernani
  • I Vespri siciliani
  • Macbeth
  • I Lombardi alla prima crociata
  • Simon Boccanegra
  • I due Foscari
  • La battaglia di Legnano
  • etc ...

C'è ditutto e, come si può facilmente evincere, non è possibile catalogare, se non attraverso adeguati studi ed analisi, le Opere del grande Maestro.

Non ci resta che socchiudere gli occhi e lasciarci trasportare dalle intramontabili melodie del Cigno di Busseto



Powered by Mk Media - Sitemap - rss RSS