Luigi Martinale Pianoforte Jazz

Share |
Luigi Martinale, pianoforte

La sua formazione musicale ha seguito due strade: la musica classica e la musica afro-americana. Concentra l'aspetto espressivo del suo lavoro sia sul versante pianistico sia su quello compositivo e dell'arrangiamento, come testimoniano le sue numerose incisioni discografiche. Collabora da anni con Fabrizio Bosso, presente in tre suoi CD, mentre in trio, con Drew Gress, ha registrato gli album “Sweet Marta” e “Le Sue Ali”. Durante la sua attività professionale ha collaborato con Paolo Fresu, Drew Gress, Tiziana Ghiglioni, Flavio Boltro, Reuben Rogers, Yuri Goloubev, Cocco Cantini, Zaza Desiderio, Anne Ducros, Gianni Basso, Emanuele Cisi, Gianni Coscia, Eddy Palermo, Tom Kirkpatrick, Felice Reggio, Alfredo Ponissi, Amanda Carr, Maria Pia De Vito, Tino Tracanna, Alberto Mandarini. Conosciuto ed amato dal pubblico giapponese, ha registrato cinque dischi per etichette del Sol Levante, dove, nel 2012, ha suonato in un tour di concerti per piano solo. Collabora con il bassista Reuben Rogers, con cui ha registrato Strange Days e Face The Music.Nel 2016 è stato chiamato dal M° Claudio Fenoglio, direttore del Coro del Teatro Regio di Torino, per collaborare con il suo Trio e con il Coro di Voci Bianche del Teatro Regio e del Conservatorio "G. Verdi" di Torino, per uno spettacolo prodotto dal Teatro Regio e andato in scena con il titolo “Tutti quanto voglion fare il jazz…anche a Natale”, accolto con grande entusiasmo dal pubblico. Per tale occasione Martinale ha arrangiato l’intero repertorio dello spettacolo. Con questa prestigiosa formazione vince nel 2018 il Bando SIAE Sillumina per la realizzazione di una nuova produzione discografica con brani di sua composizione.
 

 

Insegna Pianoforte Jazz presso il Conservatorio “Ghedini” di Cuneo.